Contro il Genova con la novità Pedotti

Dopo il bel pari contro il Pescara di venerdì sera è già tempo di tornare in campo per l’Arzignano di mister Lopez che oggi fa rotta verso Asti per affrontare la sfida delle 21.00 contro la matricola CDM Genova. Prima assoluta contro una formazione ligure per i biancorossi nella massima serie, in un match da salvezza a tutto tondo con l’Arzignano che ha all’attivo sei punti in classifica e i genovesi che ne hanno tre frutto dell’unico successo ottenuto in otto gare contro l’Ostia. Gara delicata che i vicentini non devono, ma soprattutto non possono fallire, per dare ulteriore ossigeno ad una classifica che vivrà di tante sfide salvezza da qui al prossimo 27 di dicembre quando si chiuderà il girone di andata. Mister Lopez avrà una carta in più da giocare, quella dell’italo brasiliano Giò Pedotti sbarcato ieri sera ad Arzignano per dare man forte alla truppa biancorossa. Un arrivo di spessore quello del difensore con spiccate doti difensive che darà una mano al reparto di capitan Marcio. Classe 1982, Pedotti in Italia ha vinto uno scudetto e una Coppa Italia con la maglia della Luparense, vestendo in serie A anche le maglie di Bisceglie, Kaos Futsal, Napoli e Feldi Eboli da cui si è separato dopo la fine dello scorso campionato. “Il primo tassello per ripartire in questa stagione complicata ma non impossibile – spiega il presidente Mirco Rossetti – a Giò il più caloroso benvenuto ad Arzignano sicuri saprà dare il massimo e dire la sua nella corsa all’obiettivo salvezza”. Straordinari assicurati per capitan Marcio, Amoroso e Morillo, tutti e tre non al top della condizione per acciacchi vari ma decisi ad essere protagonisti con tanto di gol anche in casa di un Genova costretto a giocare al Pala San Quirico di Asti. Sarà una sfida dal sapore dolce anche per Ghouati che proprio ad Asti ha iniziato a muovere i primi passi nel calcio a 5, motivo in più questo per dare il massimo e trovare la via del gol come venerdì scorso. Chi sarà sicuramente in campo per 40 minuti è il portiere Pozzi, fiore all’occhiello di una rosa spuntata, con all’attivo tante partite sempre tra i top player: “Sarà una battaglia, una partita difficilissima e molto delicata – spiega Pozzi – perché entrambe abbiamo bisogno di punti salvezza e perché entrambe vogliamo scrollarci di dosso una classifica non proprio soddisfacente. Troveremo un Genova che ha in rosa giocatore importanti che sanno il fatto loro come Leandrinho, Titon e Juanillo ma noi dovremmo essere bravi a concedere meno possibili e a colpire ogni volta che ci verrà data l’occasione di farlo”. Un Pozzi carico e pronto a prendersi i suoi sulle spalle come già successo in questa prima parte di stagione contro le big, pronto a dire di no agli avversari e ad aggiustare la mira per servire palloni d’oro ai propri compagni: “Io ho ancora rammarico per il pari col Pescara, potevamo vincere e lo avremmo meritato senza rubare niente a nessuno. L’importante è aver mosso la classifica, alla fine del campionato tutto si deciderà per pochissimi punti. Adesso però pensiamo alla trasferta di Genova e a portare a casa i tre punti”. Grande attesa per la sfida salvezza con la marca in più Pedotti da sfruttare al massimo.

Leave a Reply