Pari col Pescara: il Capitano a segno

Terzo pareggio stagionale per l’Arzignano che nella sfida dal sapore salvezza col Pescara impatta 4 a 4 dopo una partita densa di emozioni e spettacolo che non ha affatto deluso il numeroso pubblico del PalaTezze. Un punto da aggiungere ai cinque già conquistati con la classifica che resta sempre difficile per i biancorossi che torneranno in campo domani sera nella seconda sfida salvezza contro il fanalino di coda Genova. Urge ritrovare assolutamente la via della vittoria per staccare in modo deciso la matricola ligure e guardare con ottimismo alle squadre che precedono i biancorossi in classifica. Tutti disponibili per mister Lopez che avrà soltanto due cambi veri e propri da sfruttare coi giovani che scalpitano per trovare spazio anche in prima squadra. Oggi giornata di riposo sicura per Amoroso e Morillo con Marcio che sfrutterà il lunedì per recuperare dopo la partita, l’ennesima, da leader di difesa e non solo col primo gol stagionale che lo conferma tra i più longevi marcatori della serie A italiana di calcio a 5.
Cronaca. Al primo sussulto offensivo dei biancorossi il PalaTezze esplode in un urlo di gioia per il gol di capitan Marcio che prima calcia sul palo e poi ribadisce in rete da due passi. Al 4’ il capitano biancorosso ha anche la palla del raddoppio ma nel tentativo di saltare Mazzocchetti in uscita viene fermati dal numero uno abruzzese al limite dell’area. All’8’ si vede anche Pozzi che dice no ad Andrè, ma nulla può all’11’ quando il numero sette del Pescara sbuca in mezzo alla difesa per firmare il momentaneo pari. Dura poco l’1 a 1 perché Amoroso dal dischetto è glaciale e con una bordata dritto per dritto mette dentro il bis arzignanese. Nel miglior momento dei padroni di casa però sale in cattedra Misael che firma una doppietta personale nel giro di 40 secondi prima con un tiro potente sotto al sette e poi con una puntata precisa che sorprende Pozzi sul primo palo per il sorpasso abruzzese che porta le squadre al riposo. Ad inizio ripresa l’Arzignano entra in campo motivato e determinato col pareggio che arriva dopo appena un minuto grazie alla girata da applausi di Morillo che si beve la difesa e a esplodere il PalaTezze. I tifosi biancorossi ci credono e scaldano l’ambiente dando il contributo per il 4 a 3 arzignanese firmato da Ghouati che insacca con un tiro preciso sugli sviluppi di una punizione al 4’. Mister Palusci ferma i suoi e riordina le idee del suo Pescara che reagisce immediatamente con Andrè che viene fermato dal palo. Sull’insistenza offensiva degli abruzzesi arriva a sei minuti dalla fine il meritato pari di Ferreira che gioca palla al piede sulla corsia laterale e poi batte Pozzi in uscito con un tiro preciso. Pozzi tiene a galla i suoi e nel finale ringrazia anche la traversa che nega la gioia del gol vittoria ad un Misael scatenato. I biancorossi con Morillo fuori d’un nulla e Amoroso che sbatte un tiro in faccia a Mazzocchetti potrebbero anche vincere la gara ma alla fine il pari è il risultato giusto di una partita vibrante.

ARZIGNANO-PESCARA 4-4
ARZIGNANO
: Bastini, Pozzi, Marcio, Tumiatti, Kastrati, Tibaldo, Amoroso, Morillo, Miftari, Claro, Ghouati, Molaro. All. Lopez.
PESCARA: Mazzocchetti, Galliani, Andrè, Misale, Morgado, Dall’Onder, Ferreira, Parra, Coco Schmitt, Pieragostino, De Luca, Ferraioli, Scarinci, Santacroce. All. Palusci.
ARBITRI: Di Resta di Roma 2 e Parrella di Cesena.
RETI: pt 1’34” Marcio (A), 11’09” Andrè (P), 14’42” rigore Amoroso (A), 14’56” e 15’23” Misael (P). St 1’18” Morillo (A), 4’12” Ghouati (A), 13’43” Ferreira (P).
NOTE: ammoniti Pozzi, Amoroso e Morillo (A); Misael e Morgado (P). Nessun tiro libero. Spettatori 450 circa.

Leave a Reply