Derby amaro, ora pensieri al Pesaro

Dal paradiso del pareggio con l’Acquaesapone al purgatorio della brutta sconfitta nel derby contro la Came Dosson. Una settimana per cambiare completamente gli stati d’animo dei biancorossi di mister Lopez che sabato in terra trevigiana hanno confermato di non amare il campo piccolo della Came incassando la prima sconfitta stagionale. Boccone amaro da digerire che fa fare un passo indietro all’Arzignano che domani sera tornerà in campo per il primo turno infrasettimanale della stagione con la delicata sfida del PalaTezze che vedrà ospiti i campioni d’Italia del Pesaro (si gioca alle 20.00). Insomma un avvio di campionato tutto in salita per il tecnico argentino che ha recuperato Molaro nel derby e che domani avrà dalla sua sicuramente il rientro ufficiale in rosa di Pizarro dopo le giornate di squalifica scontate e si spera anche il portoghese Sabry il cui tesseramento dovrebbe essere quasi completato al cento per cento con l’ufficialità della divisione che potrebbe arrivare nella giornata odierna.
Cronaca. La Came parte subito accelerando ma il palo al primo tentativo salva Pozzi e frena il tiro di Murilo dalla distanza. Il gol del vantaggio trevigiano arriva al 6’ quando Belsito da fuori area battezza l’angolino giusto per battere un incolpevole Pozzi. L’Arzignano accusa il colpo e prima di metà tempo viene colpito nuovamente dalla Came che raddoppio con Juan Fran comodo a mettere in rete un assist di Bertoni. Al 15’ padroni di casa sul 3 a 0 grazie ad uno schema da calcio d’angolo che libera Azzoni sul secondo palo dove senza contrasto deposita in rete. Al 17’ festa e gloria anche per Bertoni che supera Pozzi con un bel tocco firmando la rete numero quattro di giornata per i ragazzi di mister Rocha. Il sussulto arzignanese lo firma invece Molaro al primo centro in A con la maglia biancorossa, un tiro dalla distanza che sorprende Pietrangelo fin li inoperoso. Poco dopo altro squillo arzignanese col lupo Amoroso che di punta trova lo spazio giusto ma il numero uno trevigiana è bravo a deviare in corner. Prima del riposo la Came torna sul più 4 con Igor che segna al debutto stagionale con un bel tiro da fuori area. Nella ripresa la storia non cambia con la Came che tiene il pallino del gioco costringendo sulla difensiva Marcio e soci che provano a ripartire aprendo il gioco ma i tiri peccano di mira e il risultato non cambia. Secondo tempo che si sblocca all’11’ quando Bertoni fa partire un missile che si stampa sotto l’incrocio per la gioia del pubblico amico. Un gol che spezza le gambe ai biancorossi che provano a reagire col quinto di movimento senza però trovare la via del gol, centro che arriva grazie ad Amoroso che sfrutta una palla persa dei padroni di casa per chiudere a rete un’azione veloce dei suoi. I biancorossi provano ancora a mettere dentro il portiere di movimento ma nel finale vengono castigati da Juan Fran che firma la sua doppietta e sigilla il risultato finale sul 7 a 2 pro Came. Questa mattina seduta defaticante in mattinata per smaltire il derby trevigiano, poi stasera di nuovo in campo per lavorare sugli errori commessi e pensare alla difficile sfida con un Pesaro che pensa alla Champions di futsal e che sabato è stato fermato sul pareggio dalla matricola Mantova: nulla è impossibile.

CAME DOSSON-ARZIGNANO 7-2
CAME DOSSON
: Pietrangelo, Japa Vieira, Bertoni, Igor, Murilo, Belsito, Ugherani, Giuliato, Juan Fran, Azzoni, Grippi, Trovato, Tondi, Azzalin. All. Rocha.
ARZIGNANO: Pozzi, Marcio, Amoroso, Morillo, Ghouati, Fongaro, Lazri, Tumiatti, Kastrati, Molaro, Claro, Bastini. All. Lopez.
ARBITRI: Beneduce di Nola e Mazzone di Imola.
RETI: pt 6’17” Belsito (CD), 9’54” Juan Fran (CD), 14’42” Azzoni (CD), 16’52” Bertoni (CD), 17’04” Molaro (A), 19’45” Igor (CD). St 11’31” Bertoni (CD), 14’55” Amoroso (A), 18’01” Juan Fran (CD).
NOTE: ammoniti Igor (CD) e Molaro (A). Nessun tiro libero. Spettatori 500 circa.

Leave a Reply