Amoroso resta in A col suo Arzignano

Dopo la conferma di Marcio in casa Arzignano arriva un altro si pesante per il secondo anno di serie A. Bomber Amoroso firma per la tredicesima stagione in biancorosso e promette nuove emozioni al pubblico del PalaTezze. Inizia così a delinearsi quella che sarà la squadra affidata al tecnico argentino Fabian Lopez che ha parlato in modo chiaro nei scorsi giorni con la società arzignanese, mettendo nero su bianco quelle che sono le basi solide su cui puntare per il prossimo anno, pensando anche a dove andare ad investire per consolidare e rafforzare una squadra che dovrà per forza di cose fare qualcosa in più rispetto alla salvezza ottenuta all’ultimo respiro nell’anno del ritorno in serie A. Per il bomber Fabrizio Amoroso è una storia d’amore a suon di gol che continua, una storia che solo qualche anno sembrava essere finita col problema al ginocchio e che invece grazie alla tenacia e alla caparbietà del numero nove arzignanese è sbocciata in una seconda giovinezza che nel torneo concluso qualche settimana fa lo ha visto andare a segno ben 16 volte in regular season e 3 volte nei play out, una tripletta importantissima per tenere la sua squadra nella massima serie nazionale del futsal. “Dopo le emozioni vissute qualche settimane fa nello spareggio con la Lazio ci siamo trovati e abbiamo trovato subito il feeling giusto – spiega Amoroso – a dire il vero questa volta la scelta di restare ad Arzignano l’avevo presa ancora prima di dover sudarci questa salvezza all’ultimo. Ho dimostrato che valgo ancora la serie A e giocare qui con questa maglia addosso che tanto mi ha dato nella mia carriera è uno stimolo importante per togliermi ancora delle grosse soddisfazioni personali e di squadra”. Il numero 9 è il secondo tassello della squadra che ad agosto si ritroverà a sudare per preparare la nuova stagione e sicuramente nelle prossime settimane si aggiungeranno nuovi nomi alla rosa di mister Lopez con la dirigenza vicentina che sta parlando coi giocatori da confermare. Sul piatto biancorosso due nomi sono da valutare con la società di appartenenza: quello del portiere Pozzi col Bisceglie e quello di Motta col Maritime Augusta, due giovani che si sono messi in luce al loro debutto in serie A mostrando qualità importanti. Le stesse che hanno anche altri big come Paulinho, Murga, Jhonatan, Salamone, Tres e Houenou, tutti giocatori il cui futuro verrà deciso di comune accordo coi vertici biancorossi. Punto di domanda anche su Loris Urbani che tra i preparativi delle nozze di questo venerdì con la futura sposa Marta, lavora per recuperare dall’infortunio al ginocchio per avere una seconda chance in serie A da sfruttare col 12 sulle spalle. “C’è tanto movimento a livello di mercato – continua Amoroso – e la società sta sondando tante piste ma prima di tutto giustamente guarda a quello che ha in casa. Questa squadra ha sulle spalle un anno di serie A e la maturazione strada facendo si è vista in campo. Di certo dovremo tenere un profilo basso e giocare con umiltà, cercando di regalare più soddisfazioni ai nostri super tifosi e cercando di arrivare alla salvezza magari qualche giornata prima della fine del torneo”.

Leave a Reply