Marcio è leggenda!

“Un capitano c’è solo un capitano” un urlo di gioia cantato da un PalaTezze stracolmo di tifosi biancorossi festanti per il primo gol stagionale del Capitano Marcio, un gol pesantissimo che ha definitivamente messo la parola fine ai discorsi salvezza. La ciliegina su una torta costruita con sacrifici e fatica durante un anno travagliato e denso di problemi ma conclusosi nel migliore dei modi con una salvezza in serie A che da forza ed entusiasmo ad una piazza affamata di calcio a 5, una salvezza conquistata sul campo dal sapore di una vittoria scudetto, quello vissuto in passato dal numero 5 biancorosso con la maglia dell’allora Grifo. “Una serata magica, indimenticabile anche per uno come me che gioca a calcio a 5 da una vita” felicità mista commozione nelle parole di Marcio che torna subito sul gol che ha di fatto chiuso la sfida “Dopo una stagione tormentata dove tutti hanno sempre lottato e magari raccolta meno di quello che dovevamo raccogliere, volevo chiudere il mio campionato segnando un gol. Il destino ha voluto che fosse un gol pesante in un momento delicato a pochi secondi dalla fine e su assist di Fabrizio Amoroso, un grande amico prima che un compagno di squadra”. Un’istantanea romantica di uno sport giovane e dinamico con Marcio che tra qualche giorno spegnerà 52 candeline sulla torta che preparerà la moglie Clarice e il bomber in versione assist man. Una foto che rimarrà nella storia biancorossa con Marcio braccia aperte che guarda in alto e Amoroso felice come un bambino che lo guardo come stesse per adorare un santone, si ma del futsal. Un’immagine che ad Arzignano vogliono rivivere ancora a lungo pronti a scommettere che il giovanotto di Videira il prossimo 21 maggio festeggerà compleanno e rinnovo per dare continuità alla sua storia, quella di Marcio leggenda del calcio a 5.

Leave a Reply