Fine della corsa per la 19: ma che super stagione ragazzi!

ANNATA INDIMENTICABILE!!

Eliminati ai sedicesimi della fasi finali del Campionato Nazionale Under 19, ma ciò non tragga assolutamente in inganno perché l’Arzignano è stato escluso da una grandissima squadra che ha dovuto sudare molto più del previsto e dove al suo interno militano giocatori che fanno parte della loro prima squadra che recentemente ha vinto il campionato di serie B per approdare l’anno prossimo a quello di A2.
Era doveroso fare questo preambolo per comprendere meglio ciò che i ragazzi della nostra Under, capitanati dai MISTER Boschetto e Trattenero (nella foto) hanno espresso in questa doppia avvincente sofferta doppia sfida con l’Imolese kaos. C’erano parecchi occhi lucidi a fine partita all’interno dello spogliatoio arzignanese ma c’era altrettanto la consapevolezza di aver disputato, a dispetto del risultato maturato nel finale, una grande prestazione di tutti i giocatori della squadra, andando a spazzare via anche quei dubbi di personalità che Mr. Boschetto, data l’importanza della posta in palio, temeva durante il pre-partita ma prontamente e felicemente smentito dai suoi ragazzi.
Devono essere fieri di tutto quello che hanno fatto vedere e come messaggiato loro a fine partita dal Presidente Onorario Rossetti e di non essere abbattuti o incazzati ma di uscire dallo spogliatoio romagnolo a testa alta ed orgogliosi.
Questo sarà un gruppo in futuro, già ben formato con uno zoccolo duro all’interno del quale e stando ai regolamenti per questioni anagrafiche attuali vedrà l’uscita di solo due elementi (Boschetto e Singh) e quindi per la prossima stagione se tutto verrà riconfermato a livello tecnico potrà dare veramente delle grosse soddisfazioni dopo tanto tempo. Già quest’anno del resto questa squadra attuale è arrivata ai 16mi di finale esattamente dopo dieci anni dall’ultima apparizione e questo la dice lunga quando si andrà a disputare la prossima stagione.
Discorrendo di stagione basti pensare ciò che è stato il crescendo del campionato di quest’anno appena concluso: all’inizio molto balbettante e a tratti con la conduzione tecnica più di qualche volta disperata ma con un girone di ritorno espressione di una cavalcata memorabile con la conquista di un secondo posto in campionato, per continuare con la conquista della finale playoff contro il Rovereto dopo aver sconfitto qualche giorno prima i cugini del Cornedo. Ecco questo forse è stata una delle chiavi della sconfitta di ieri sera, senza nulla togliere sia chiaro al valore dell’avversario, quattro partite di questo livello esattamente in dieci giorni anche la più preparata formazione alla fine avrebbe risentito dello sforzo fisico oltre a quello mentale affrontando un avversario così ben preparato. Avversario che per bocca del suo Mister della prima squadra, portato per l’occasione in panchina, ha espresso grandi elogi e meriti alla formazione biancorossa dicendo di aver temuto ad un certo punto il peggio rivolgendosi al nostro Mister. Tecnico arzignanese che durante tutto il corso della stagione ha curato tutto nei minimi particolari, ha bacchettato e coccolato tutti i suoi giocatori, ha trasmesso la cultura del lavoro e dell’impegno, ha fatto capire che bisognava soffrire durante gli allenamenti per divertirsi poi alla domenica, ha creato un gruppo coeso forte simpatico, ha tirato fuori da tutti il meglio ed infine è riuscito a far andare a letto presto il sabato sera i ragazzi e a questa età non è cosa di poco conto. Ecco gli elementi, conditi e supportati dal suo vice Trattenero che hanno portato tanta felicità e gioia in casa biancorossa.
Per la cronaca l’Arzignano al 5^ con il piccolo Singh, di testa passa in vantaggio facendo esplodere il chiassoso e esplosivo tifo biancorosso giunto in massa con pullman al Palagravina. Il team biancorosso culla il sogno in vantaggio di due gol sugli avversari fino alla fine del primo tempo che termina con questo risultato parziale. Ad inizio ripresa spinge forte forte la formazione di casa e riesce così a capovolgere il risultato a proprio favore, fino al sei a uno, raggiungendo così gli ottavi di finale e vanificando il sogno arzignanese. Un grosso in bocca al lupo agli avversari, squadra che in tutta questa stagione finora ha capitolato solamente due volte di cui una al Palatezze domenica scorsa e questa è stata storia!!!

GRAZIE MISTER!
GRAZIE RAGAZZI!
GRAZIE UNDER 19!

IMOLESE KAOS-ARZIGNANO 6–1
IMOLESE KAOS
: Cantelli, Visani, Angelotti, Fort, Tedesco, Alvisi, Cadeddu, Ansaloni, Minetto Bueno, Micheletto, Radesco, El Oirraq. All. Carobbi.
ARZIGNANO: Fongaro, Negro, Gonella, L. Tumiatti, Biolo, G. Tumiatti, Zarantonello, Gennarelli, G. Boschetto, Singh, Lazri, Bicego. All. M. Boschetto.

Leave a Reply