Per la 19 continua il momento no

Cade ancora l’Under 19 biancorossa. Per la terza volta in una settimana il team di Mr. Boschetto deve cedere armi e posizioni in classifica alle diretti concorrenti per i play-off. Dopo le sconfitte patite contro il Rovereto e in settimana contro il Vicenza, quella di domenica è stata quella che anche dal punto di vista del gioco ha visto un passo indietro rispetto al solito standard. Infatti specialmente il primo tempo del derby contro il Cornedo i ragazzi biancorossi hanno reso molto al di sotto delle loro possibilità. Primo tempo che vede al 9^ il Cornedo andare in vantaggio su azione di calcio d’angolo dopo una ribattuta della nostra difesa con un tiro ben fatto dal limite che si infila a fil di palo lasciando secco il nostro Gonella. da puntualizzare l’assoluta libertà con il quale l’avversario ha potuto controllare e calciare in rete la palla. L’Arzignano tenta blandamente il recupero ma mai senza essere veramente pericoloso se non con una conclusione di Tumiatti che sfiora la traversa.

Ci pensa comunque l’arbitro a movimentare la partita con decisioni alquanto dubbie, che si ripeteranno durante tutta la partita, negando un evidente rigore ai biancorossi dopo un’entrata netta del loro portiere sul numero 8 di casa Zarantonello che rimane a lungo a terra dolorante. A fine gara molto sportivamente l’estremo ospite confesserà che si trattava di penalty.

Si va al riposo sul giusto risultato di uno a zero.

Boschetto sprona i suoi durante l’intervallo e all’inizio della ripresa si nota uno spirito diverso con più voglia e cattiveria agonistica nella squadra di casa ma sono ancora gli ospiti dopo nemmeno due minuti che raddoppiano con un tiro in diagonale da destra verso sinistra. L’Arzignano ci prova ancora e cominciano a fioccare delle occasioni con Tumiatti e Gennarelli ma senza riuscire a bucare la numerosa difesa ospite costretta in questi frangenti di gara nella salvaguardia della propria porta.

A dieci minuti dalla fine il mister di casa gioca la carta del portiere di movimento e si vede chiaramente che l’Arzignano prende il sopravvento e che il Cornedo risulta essere in difficoltà ed infatti all’11^ la squadra di casa riduce le distanze con Tumiatti bravo a concludere di prima intenzione un passaggio del compagna Bicego dopo un’azione tutta di prima. L’Arzignano ci crede e mette le corde l’avversario e l’occasione clamorosa per il pareggio capita sui piedi ancora di Tumiatti sempre con portiere di movimento sempre con lo stesso schema, ma questa volta il numero uno amaranto con un intervento davvero notevole nega la gioia della doppietta al 3 biancorosso.

Pareggio solo rimandato che arriva nel finale, al 19^, con Bicego (nella foto) che è bravo, con la casacca di portiere di movimento, a catapultarsi in un’azione ficcante e concludere con un tocco quasi sulla linea di porta. Pubblico e giocatori in visibilio ma la gioia dura solo circa 30 secondi in quanto il Cornedo ritrova la via del gol allo scadere con un’azione che si sviluppa in fascia e che viene chiusa in rete dall’accorrente giocatore avversario.

Sconfitta amara anche ingiusta ma forse la squadra avversaria ha avuto maggiore grinta e fame di successo.

Fine gara animato e con qualche parapiglia tra le due formazioni, ancora una volta arbitro protagonista in negativo, con espulsione solamente del 9 biancorosso Gennarelli dopo un’accesa discussione fra quasi tutti i giocatori.

Prossimi appuntamenti per la 19 biancorossa Giovedì a Mantova per l’andata di Coppa Italia e domenica in terra altoatesina a Laives contro la Atesina, due occasioni per rialzare la testa e per rimettersi nei binari giusti.

ARZIGNANO: Stepic, Tessaro, Tumiatti, Biolo, Singh, Zarantonello, Gennarelli, Boschetto G., Gonella, Lazri, Fraccaroli, Bicego. All. Boschetto M.

CORNEDO: Meneguzzo, Petkovic, Facchinetti, Caka, Cailotto, Checchetto, Zanotto, Zamperetti, Savegnago, Masiero, Qafarena, Rappo. All. Bosco

Leave a Reply