In A per restarci a lungo!

Le emozioni vissute al PalaTezze lo scorso 12 maggio rimarranno indelebili nei cuori biancorossi. Otto anni dopo l’ultima volta Arzignano torna a festeggiare la promozione in serie A, quella serie che tutti hanno sognato e anno dopo anno ripartendo dalla C1 hanno costruito passo per passo senza mai forzare conquistandola sul campo dopo una stagione superlativa. Emozioni e commozione anche per i due numeri uno della società vicentina, Vladimiro Sgaggero e Mirco Rossetti che nonostante il momento di follia generale hanno saputo tenere a bada i sentimenti ragionando su quello che è stato il passato e su quello che deve essere il futuro. Si è parlato tanto del cerchio che è andato a chiudersi, ma nella settimana dopo la festa promozione tutta hanno già messo i propri mirino verso un nuovo cerchio che si sta aprendo in questo giorni. Quando durante il girone di ritorno abbiamo visto che arrivavano i risultati e che la squadra stava giocando bene abbiamo iniziato a pensare alla possibilità di andare in serie A spiega il presidente Sgaggero certo adesso cambia tutto quanto, cambiano le spese che aumentano, trasferte ancora più distanti, ma quello che posso dire a tutti è che questi ragionamenti li abbiamo valutati attentamente e che il salto di categoria non ci troverà impreparati. La voglia di tornare nella massima serie era grande e tutta Arzignano ha festeggiato questa promozione: Abbiamo ricevuto tanti attestati di stima e questo ci inorgoglisce, tanti sponsor, semplici amici e società avversarie non solo del mondo del futsal ci hanno fatto i complimenti. Questa per noi è unulteriore vittoria, essere presi da esempio è qualcosa di cui possiamo andarne fieri a testa alta. Ora però bisogna lavorare per il prossimo campionato, il mercato è già attivo e non bisogna farsi trovare impreparati al salto di categoria come conferma il presidente onorario Mirco Rossetti che al termine della gara ha chiuso a chiave lo spogliatoio e prima di aprire lo spumante è stato chiaro con ragazzi e staff: Sono entrato nello spogliatoio e ho detto a tutti quanti che il premio era quello di riconfermarli tutti quanti per la serie A. Hanno faticato per raggiungere questo obiettivo e noi vogliamo proseguire la strada con loro. Certo in questi giorni ci troveremo con tutti a parlare del prossimo anno. Problemi di lavoro, sirene di altre squadre, sono tutti valutazioni che dovremmo fare con i giocatori ma noi contiamo di tenerli qui in serie A con la maglia biancorossa. Dal post festa cè comunque una certezza scritta da cui ripartire: mister Stefani e il suo staff sarà saldo al proprio posto anche nellavventura che a metà agosto vedrà i biancorossi muovere i primi passi in serie A. Cristian Stefani, Marco Boschetto il vice allenatore, Alberto Nogara a seguire i nostri super portieri e il massaggiatore Stefano Zarantonello non si toccano spiegano i due presidenti arzignanesi abbiamo uno staff coeso e molto preparato e su di loro vogliamo puntare anche il prossimo anno. Per qualcuno è la prima volta, per uno come Nogara è invece la terza volta che tocca per mano questa categoria ma per un motivo o un altro non ha mai potuto mettersi alla prova. Noi siamo felici che tutti e quattro possano dire di debuttare in serie A per i nostri colori, colori che in questa categoria vogliono restarci a lungo. Da matricola l’obiettivo non può che essere quello della salvezza, non sarà un cammino facile ma conquistarla con largo anticipo o anche all’ultimo secondo dei play out sarà comunque una nuova festa biancorossa.

Leave a Reply