19 super: Luparense battuta

Grande vittoria.
Con questo semplice titolo si può sintetizzare la partita di ieri della nostra 19.
Inizio puntuale alle 11 al Palatezze con l’Arzignano che, privo dei suoi due squalificati Cattani e Gennarelli, si presenta di fronte ad un pubblico stranamente scarso considerando che dall’altra parte c’era un avversario titolato come la Luparense nome che evoca tante partite tirate e giocate sempre al massimo.
Pronti partenza via e dopo solo cinquantasette secondi gli ospiti passano in vantaggio su una dormita generale della linea difensiva di casa, che permette al giocatore padovano di infilarsi in mezzo a due e comodamente appoggiare il pallone in rete.
Passano ancora due minuti e al 3^ la Luparense raddoppia su azione di calcio d’angolo con il numero 6 avversario il quale si gira, spalle alla porta, facendo secco l’incolpevole Gonella fresco reduce di convocazione con la Prima Squadra.
Inizio da incubo dopo tre minuti sotto di già di due a zero contro una formazione che veleggia stabilmente nei piani alti della classifica. Per l’Arzignano un approccio o meglio un non approccio che fa vedere a Ranieri e a tutta la lunga serie di dirigenti ieri in panchina i sorci verdi.
I ragazzi biancorossi però – segno di una discreta maturità che stanno acquisendo – non si abbattono e cominciano a macinare schemi e gioco senza mai perdere la volontà e la lucidità e in più riprese con i vari Pizarro, Boschetto, Tumiatti e Bertinato hanno l’occasione per accorciare il risultato con un gol, gol che puntualmente e giustamente arriva al 11^ con Capitan Bertinato il quale dopo essere stato ben servito a dovere da Boschetto dopo una travolgente azione personale, in corsa appoggia in rete battendo l’ottimo portiere ospite fino a quel punto il migliore in campo in assoluto.
L’Arzignano galvanizzato dalla rete appena trovata, si carica e a più riprese complice l’imprecisione e l’estremo patavino non trova la rete del pari e gli ospiti – per l’occasione in total blue- spesso e volentieri si affidano al fallo per arginare le avanzate biancorosse sempre più insistenti. Allo scadere del primo tempo, per la precisione al 19^, Pizarro su tiro libero avrebbe l’occasione per pareggiare il conto delle reti ma il portiere della Luparense ribatte in calcio d’angolo la forte conclusione del nove biancorosso.
Si va così al riposo per ricaricare le energie constatando ancora una volta l’ottima organizzazione di gioco ma la scarsa precisione degli “orange” arzignanesi.
Si riprende, senza cambio del portiere di casa, e l’Arzignano riprende a cucire il filo da dove lo aveva terminato qualche minuto prima cioè ancora con un paio di occasioni che per un nulla non portano il meritato pareggio.
Il gol comunque è nell’aria e ci pensa Pizarro al 5^ a siglare il pari il quale con un’azione a rientrare dal fondo verso il centro centra il bersaglio con un gran tiro secco dal limite area. Due a due giusto!
L’Arzignano – come sempre in questa stagione – non riesce a fare a meno di complicarsi la vita e così dopo neanche un minuto dal momentaneo pari va sotto complice una grave disattenzione dell’ultimo difensore che spiana la strada ai patavini per un comodo tre a due.
I biancorossi però in palla in tutti i suoi elementi non ci sta e reagisce in maniera decisa all’ingiusto vantaggio così al 10^ Lovato dopo una bellissima serpentina sulla fascia serve una gran palla al centro all’accorrente Pizarro che la scaraventa di rabbia in rete per il nuovo pari.
A quel punto calano un po’ i biancorossi e gli ospiti ne approfittano e si presentano un paio di volte nei pressi dell’area vicentina ma l’ottimo Gonella sventa. Si prosegue fino al 16^ fino a quando su azione di contropiede viene atterrato un giocatore arzignanese e l’incerto arbitro concede punizione e “solamente” il giallo al difensore avversario in una chiara e netta occasione da gol.
In questa occasione i ragazzi di Ranieri sfoderano un gol su schema da calcio piazzato che lascia letteralmente di pietra gli ospiti e mettendo in condizione Tumiatti (nella foto) di tornare al gol ponendo fine ad un digiuno piuttosto inusuale e fissando il risultato sul quattro a tre…complimenti gran gol!!
Non è finita in quanto al 17^ l’Arzignano recupera palla davanti alla propria area con Zarantonello, altro nuovo convocato con la Prima Squadra per la partita di Sabato contro il Prato, e in tre passaggi si presenta davanti al portiere dei “lupi” con conclusione finale dell’otto biancorosso che va a coronare così l’azione come cosa più bella vista durante questa partita.
La Luparense un po’ tramortita e un po’ con le idee annebbiate ci riprova e al 19^ con un gran tiro da fuori area centra la rete e si porta sul cinque a quattro.
Mister Ranieri per spezzare la partita chiama il timeout e fa entrare in un sol colpo tutti i suoi migliori portatori di palla per congelare il risultato e porta così a casa questa vittoria meritata e che sicuramente infonde a tutto l’ambiente dell’under nuovo slancio per l’ultima parte di stagione.
Testa ora al Bubi, altro test importante domenica a Merano per la 19 vicentina ma se in campo si presentano con questa voglia, volontà, cattiveria agonistica e tecnica vista ieri non sarà una passeggiata nemmeno per i locali altoatesini.

ARZIGNANO-LUPARENSE
ARZIGNANO: Stepic, Fraccaroli, Singh, Bertinato, Tumiatt, Povoleri, Pangallo, Zarantonello, Pizarro, Boschetto, Lovato, Gonella. All. Ranieri
LUPARENSE: Etilendi, Serafini, Marin, Alberton, Lahna, Rouadi, Pavanetto, Plavsic, Duric, Campagnolo. All. Lovo

Leave a Reply