Sconfitta con onore per la 19

Dopo la rovinosa caduta interna la scorsa settimana contro la Bassa Atesina ,cade ancora l’Under 19 arzignanese a conferma che la stagione attuale è di transizione e di crescita, ma lo fa in maniera assolutamente dignitosa contro la prima della classe Padova in terra patavina.
Si inizia puntuale alle undici con entrambi i quintetti che durante i primi minuti si studiano per capire le mosse dell’avversario anche se l’Arzignano, come ordinato da Mr. Ranieri nel prepartita, va a pressare gli avversari senza lasciar loro tempo e metodi per ragionare e far girare la palla cose delle quali sono maestri.
Anzi dopo circa cinque minuti di gioco i biancorossi ospiti in consueto completo bianco, forzano il ritmo e le azioni diventano ficcanti e veloci tanto che al 6^ Boschetto procura una potenziale zione da rete ma la difesa di casa all’ultimo sventa la minaccia. E’ un chiaro segnale che oggi la formazione dell’Arzignano c’è e sta tenendo testa ai quotati avversari da tanti anni compagni di squadra in tutte le trafile del Padova.
Al 9^ i ragazzi vicentini mettono la freccia e si portano meritatamente in vantaggio: Pizarro recupera un pallone in centro del campo con un intervento al limite, ripartenza e scarico in corsa sul proprio compagno di squadra Cattani il quale scarica una gran botta sotto la traversa alla quale nulla può l’ottimo ed estremo uno di casa. 1 a 0 meritato!! Strano ma Cattani centra il secondo gol stagionale dopo che all’andata aveva punito sempre il Padova con un gran gol all’incrocio dei pali.
La squadra di casa accusa il colpo e probabilmente sorpreso dall’Arzignano non riesce a macinare la consueta mole di gioco ma questo è dovuto soprattutto all’attenta lettura della partita che i biancorossi ospiti hanno dato mettendo in pratica i consigli del loro tecnico argentino che prevedevano chiusura di tutti gli spazi e aggressività a più non posso.
Al 15^ i vicentini potrebbero addirittura raddoppiare ma Pizarro ben imbeccato da un compagni di squadra, anziché appoggiare lateralmente a capitan Bertinato – tutto solo – si intestardisce in un dribbling che permette al portiere del Padova fortunosamente di sventare la minaccia.
Si va la riposo sul giusto risultato di uno a zero, non prima di segnalare che Gennarelli (nella foto) per un intervento piuttosto deciso su un avversario si becca il cartellino giallo che lo farà saltare la prossima partita di Domenica prossima al Palatezze contro la Luparense.
Mr. Rodriguez – tecnico del Padova – probabilmente memore della sconfitta patita all’andata schiera tutti gli effettivi migliori e durante la pausa gli striglia a dovere ed a inizio ripresa per i primi sei /sette minuti è la formazione di casa che decisamente prende in mano le redini del gioco e in sei minuti dal 5^ all’11^ ribalta il match a proprio favore portandosi sul tre a uno su altrettante azioni giocate in maniera veloce grazie ad alcuni suoi elementi davvero sguscianti. Non possiamo non rilevare che sul due a uno, Gennarelli si trova sul piede la palla del pareggio ma banalmente calcia a lato.
L’Arzignano barcolla, probabilmente a causa anche di un calo fisico, Mr. Ranieri chiama il time-out facendo così respirare la squadra, dice di stare calmi e ordina di iniziare a giocare con il portiere di movimento e i frutti – quasi come sempre in questa stagione – si vedono in quanto al 13^ Zarantonello dopo una bella azione tutta giocata di prima colpisce il Padova riaprendo di fatto la partita. Infatti a quel punto il Padova tornano in mente i fantasmi visti ad Arzignano e il quintetto vicentino al 17^ , purtroppo, con Tumiatti si divora la rete del pareggio dopo esser stato messo davanti al portiere da un gran servizio del 10 Boschetto.
Gol sbagliato e gol preso, il Padova con un contrasto molto ma molto dubbio fronte panchina recupera palla e si porta sul quattro a due (19^) rete che genera le proteste di tutta la panchina arzignanese e a farne le spese è il dirigente Boschetto che ad un minuto e mezzo dalla fine viene all’allontanato dall’arbitro; arbitro che poco prima avevo estratto il cartellino rosso al due biancorosso Cattani e ad un giocatore patavino per reciproche scorrettezze causate dal giocatore di casa dopo il gol del tre a due.
Dopo le proteste c’è ancora tempo per il quinto gol del Padova 20^ procurato da un recupero palla con il portiere di movimento ma a quel punto non fa più testo e così finisce la partita.
Bene a tutto l’Arzignano ai quali vanno fatti a tutti i giocatori impiegati, nessun escluso, i complimenti per l’impegno e la grinta dimostrati segno evidente che la pressione fatta sentire in settimana, unita alla voglia di rivalsa dei ragazzi, ha permesso di poter sognare contro il Padova, Padova che per bocca del suo esperto mister ha espresso a Ranieri a fine partita i propri complimenti pronosticando per l’anno prossimo l’Arzignano tra i favoriti del torneo Under 19.

PADOVA – ARZIGNANO 5-2
PADOVA: Mingardo, Varotto, Parisotto, Tosato, Cesari, Conte, Preatoni, Simonetti, Vettore, Tchamesse, Scarparo, Feverati. All. Rodriguez
ARZIGNANO: Baronio, Cattani, Bertinato, Tumiatti, Fraccaroli, Pangallo, Zarantonello, Gennarelli, Boschetto, Pizarro, Sota. All. Ranieri

Leave a Reply