Che carattere a Terni: Orte stesa al tappeto

Quarta vittoria esterna su cinque gare, il pari col Prato vale quanto un successo, secondo posto consolidato alle spalle della capolista PesaroFano e un mattoncino importante in ottica final eight di Coppa Italia. Sabato pesante quello dell’Arzignano che ha mostrato muscoli e bravura sul difficile campo dell’Orte (si giocava a Terni) portando via con grande merito i tre punti in palio. Unica nota stonata il doppio giallo ad Amoroso con la seconda ammonizione molto generosa, peccato perderlo per la sfida ai Fratelli Bari di sabato prossimo, carica in più per i compagni che daranno il 110% per dedicare a lui gol e successo. “Una partita durissima molto maschia su un campo difficile – ha commentato a fine gara mister Stefani – trovavamo un avversario ostico e determinato che ci ha reso la vita complicata, ma i miei ragazzi hanno dimostrato il loro valore con una gradissima prova di carattere. Da loro volevo questo e sono contento di come hanno fatto, un successo Real per i miei biancorossi”.

La cronaca del match
Parte bene l’Arzignano che firma il doppio vantaggio nel giro di sei minuti mostrando subito le proprie intenzioni ad un Orte dotato di ottime individualità. 1 a 0 firmato dal difensore goleador Canto che chiude un’azione corale con un tiro dal limite leggermente deviato dove nulla può Weber. L’ex portiere della Luparense cade anche un minuto dopo quando Major sposta palla a difensore e scarica un missile che il numero uno locale respinge sui piedi di un attento Yabre che insacca senza problemi. L’Orte reagisce subito e trova i gol che valgono il pari, il primo arriva grazie ad una deviazione di capitan Marcio su rimessa laterale, il 2 a 2 momentaneo è invece del portiere Weber che alzatosi a fare il portiere di movimento batte un sempre ottimo Urbani. Botta e risposta continui coi due portieri in evidenza, poi nel finale dei primi venti minuti Major alza la voce e porta i suoi sul nuovo più due che vale il 4 a 2 all’intervallo. Il tris al 18′ su contropiede, tiro ribattuto dove il portoghese calcia di precisione sotto le gambe di Weber. Pochi secondi prima della sirena il bis personale con Major che beffa Weber sull’uno contro uno e deposita a porta vuota.
Nella ripresa Orte dentro col portiere di movimento e subito Chilelli a riaprire la sfida con un turo dalla distanza. Al 3′ però Amoroso firma il tabellino di gara servito da un Santana versione assist man, bravo il brasiliano a spostare la difesa sul suo appoggio e poi servire il bomber solo. Girandola di rossi, il primo per Sanna con l’Arzignano che non riesce a concrtizzare. Poi doppio giallo a Batata che lascia i suoi con l’uomo in meno per poco più di un minuto perchè anche Amoroso va sotto la doccia in anticipo per un secondo giallo regalato. La difesa biancorossa regge con l’uomo in meno e nel finale chiude la sfida col bis di Canto che si smarca su out e mette alle spalle di Weber il 6 a 3 corsaro.

ORTE-ARZIGNANO 3-6
ORTE
: Weber, Batata, Sanna, Chilelli, Rossi, Lanzotti, Varela, Lepadatu, Faiola, De Camillis, Santos, Parisi, Lo Conte. All. Di Vittorio.
ARZIGNANO: Urbani, Marcio, Manzalli, Santana, Amoroso, Canto, Houenou, Negro, Rosa, Major, Yabre, Marzotto. All. Stefani.
ARBITRI: Marangi di Brindisi e Tessa di Barletta.
RETI: pt 5’01” Canto (A), 6’39” Yabre (A), 8’35” autogol Marcio (O), 9’30” Weber (O), 18’03” e 19’42” Major (A). St 1’ Chilelli (O), 3’23” Amoroso (A), 18’57” Canto (A).
NOTE: espulsi Santos (O) per comportamento scorretto, Batata (O) ed Amoroso (A) per doppia ammonizione. Ammoniti Lanzotti e Chilelli (O); Manzalli e Yabre (A).

Leave a Reply