Arzignano – Maran Nursia 4-3: cronaca e highlights

ARZIGNANO-MARAN NURSIA 4-3
ARZIGNANO: Marzotto, Rubega, Houenou, Kanchai, Marcio, Rosa, Salamone, Castilla, Amoroso, Braga, Yabre, Urbani. All. Stefani.
MARAN NURSIA: Barigelli, Brugin, De Araujo, Mindoli, Trapasso, Paolucci, Ronchi, Vasilache, Duarte, Stringari, Proietti. All. Da Silva.
ARBITRI: Lazzizzera di Sesto San Giovanni e Spinazzola di Barletta.
RETI: pt 5’50” e 11’44” Amoroso (A). St 3’54” Brugin (MN), 5’31” De Araujo (MN), 9’04” e 18’44” Amoroso (A), 19’59” Mindoli (MN).
NOTE: espulso Paolucci (MN). Ammoniti Rosa (A), De Araujo e Trapasso (MN). Nessun tiro libero. Spettatori 100 circa.

Vittoria! Festa biancorossa al triplice fischio per il secondo successo stagionale dell’Arzignano di Stefani che a San Bonifacio batte 4 a 3 l’ostico Maran Nursia e lascia l’ultima piazza all’Aosta, avversario diretto sabato prossimo in terra valligiana. Poker di Amoroso come ai tempi d’oro, ordine e disciplina in campo con nove giocatori scesi in campo, difesa attenta con capitan Marcio e uno stratosferico Urbani a dire no a tutto e tutti, e poi via di contropiede con Salamone e Yabre bravi a mettere le spine nella difesa umbra a supporto del bomber milanese. Tre punti d’ossigeno per l’inizio di un nuovo campionato arzignanese.

Prima fase di studio con l’acuto di Amoroso al 5‘ che da il via alla danza gol, sinistro chirurgico e niente da fare per l’ex azzurro Barigelli. L’Arzignano attacca bene gli spazi ma pecca di precisione e sfiora soltanto il raddoppio. Gli ospiti si fanno vedere con Stringari e Paolucci ma Urbani è un muro. All’11’ palo pieno di Paolucci e contropiede biancorosso con Salamone che si beve campo e difesa e serve ad Amoroso una palla d’oro per il 2 a 0. Nel finale sale l’intensità umbra ma il risultato non cambia. Ad inizio ripresa la Maran rimonta e pareggia in avvio con Brugin e De Araujo che sfruttano una difesa li poco attenta. L’Arzignano soffre e Mindoli col palo grazia Urbani, ma dall’altra parte torna a urlare di gioia il lupo Amoroso per il tris che riporta avanti i suoi. Urbani è monumentale da due passi su Mindoli e poi su Paolucci che al 17′ va sotto la doccia per un rosso ingeneroso che fa comunque felice l’Arzignano. Con la superiorità Amoroso chiude la sfida che all’ultimo secondo Mindoli rende meno amara per i suoi. Alla sirena è festa Arzignano, 4 a 3 alla Maran Nursia.

Stefano Testoni

Leave a Reply